Introduzione

I Giudice di Napoli

Napoli, Benevento, Giovinazzo, Cellamare

Questa sezione è dedicata ai personaggi appartenenti ai rami che si stabilirono nel napoletano e in generale in Campania: a Benevento prima e a Napoli poi. Sono quindi riportati qui i Ventimiglia, olim de Judicibus, di Benevento, e quelli di Napoli, duchi di Giovinazzo e principi di Cellamare (Giudice Caracciolo).

I de Judicibus napoletani sono diretti discendenti di quelli liguri, ma hanno italianizzato il nome come Del Giudice. Nel napoletano esistono molte famiglie con nomi simili che non hanno alcuna relazione con i Del Giudice in questione. Rispetto ai De'Giudici liguri, quindi, è molto importante ricostruire interi rami genealogici per poter essere sicuri che un certo personaggio appartenga effettivamente alla famiglia "giusta". Anche la residenza ha quindi la sua importanza ai fini di tale attribuzione.

I Giudice Caracciolo

Duchi di Giovinazzo e principi di Cellamare

Il ramo principale dei Del Giudice napoletani, quello discendente dal genovese Paolo de Judicibus, è stato insignito anche dei titoli di Duchi di Giovinazzo e Principi di Cellamare, due località del pugliese. Il legame fra i de Judicibus pugliesi e i Del Giudice napoletani non è tuttavia legata a tali titoli. Probabilmente i due rami sono “cugini”, ovvero derivano entrambi direttamente dai de Judicibus liguri.

Il ramo dei duchi di Giovinazzo e principi di Cellamare è importante perché il capostipite, Nicola, rappresenta l'anello di congiunzione fra i de Judicibus genovesi e quelli napoletani. Il padre, Marc’Antonio de’Giudici è infatti un de Judicibus genovese, dei marchesi di Voghera e Longobucco. Questo ramo è imparentato con i Caracciolo Pisquizi, detti anche Svizzeri, da cui il cognome dei vari discendenti: Giudice Caracciolo.