? 1° dicembre 1256 - 7 dicembre 1264 ?

Atti dell'Amandolesio

Obertino Iudex viene nominato nei seguenti atti.

Atti rogati in Ventimiglia dal notaio Giovanni di Amandolesio, raccolti e custoditi a Genova, secondo quanto stabilito nelle clausole di pace dopo l'assedio del 1220.

Clicca qui a sinistrasopra sulle singole voci per vederne il contenuto.
Atti dal 1256 al 1258, Cartolarius Instrumentorum I: serie α
Atti dal 1256 al 1258, Cartolarius Instrumentorum II: serie β
Atti dal 1259 al 1262: serie γ
Atti dal 1263 al 1264: non ancora disponibile
Repertorio delle notizie e degli atti inseriti nei Cartolari I & II: serie κ

Nell'Archivio di Stato di Genova si conservano due cartolai notarili nei quali si contengono quasi un migliaio di atti per la massima parte rogati in Ventimiglia dal notaio Giovanni di Amandolesio fra il 1256 ed il 1264. Si tratta del cartolare 56, che comprende rogiti fra il I° dicembre 1256 e il 23 dicembre 1258, e del cartolare 57, che contiene rogiti fra il 28 dicembre 1258 e il 7 dicembre 1264.

Laura Balletto,
“Atti rogati a Ventimiglia da Giovanni di Amandolesio”
Istituto Internazionale di Studi Liguri
Museo Bicknell / Bordighera 1993

Atto n.25 della serie γ

Notaio Giovanni de Amandolesio

22 febbraio 1259, Ventimiglia.
Guglielmo Giudice cede a Raimondo Giudice una pezza di terra, in parte incolta e in parte tenuta a viti, fichi e altre colture arboree, sita ubi dicitur Rivoira, in cambio di una pezza di terra incolta, sita in Felegueto.

[Ɑ Gui]llelmi Calcie et [Guillel]mi, Iudicis. Die xxii februarii, ante terciam. Cambium et permutationem fecerunt ad invicem inter se Guillielmus Iudex, ex una parte, et Raimundus Iudex, ex altera, videlicet quod dictus Guillelmus dedit et cessit dicto Raimundo peciam unam terre, partim vacue et partim arborate ficuum, vitium et aliarum arborum, …[omissis]… Actum in portario ecclesie Sancte Marie de Vintimilio, presentibus testibus convocatis Guillelmo Calda, presbitero Ugope Melagino et Obertino filio Ottonis ludicis. Anno et indictione ut supra.
Ɑ Factum est pro cticto Guillelmo.

Atto n°25
Atti rogati in Ventimiglia dal notaio
Giovanni di Amandolesio dal 1259 al 1262