? 5 luglio 1495 ?

Cosa si sa

Il 5 luglio 1495, alla vigilia della battaglia del Taro, Giovanni II Grimaldi principe di Monaco, col cognato Luca D'Oria di Dolceacqua e Paolo Fregoso, assedia Ventimiglia con ingente truppa in nome del re di Francia, minacciando il saccheggio in caso di resistenza. I sindaci Giuliano de' Giudici e Marcello Galleani vanno a parlamentare con il Grimaldi, ma le condizioni sono così gravose che la città decide di resistere.

G. Rossi, "Storia di Ventimiglia", pag. 160
Archivio di stato di Torino, fogliazzo dei notai n°153


…[omissis]…
ora il 5 luglio 1495 si presentarono alle mura della città con numerosa soldatesca Giovanni II° Grimaldi, signore di Monaco, il cognato di lui Luca D'Oria, signore di Dolceacqua e Paolo Fregoso chiedendo la consegna della città a nome del re di Francia, minacciando il sacco in caso di resistenza. Si portarono a parlamentare con loro i nobili Marcello Galleani e Giuliani De-Giudici. Ma essendo troppo gravose le condizioni imposte e prevalendo in città il partito degli Adorno, rimasero chiuse le porte e si resistette alle minacce.

pag.178
Nicolò Peitavino, Intemelio
"Conversazioni storiche, geologiche e geografiche
sulla città e sul distretto Intemeliese"
Savona, Stab. Tipografico Ricci, 1923