? 18 luglio 1541 ?

Cosa si sa

In un atto del 18 luglio 1541, Giuseppe Grimaldo della famiglia Lanteri ammette di dovere a Giovan Francesco Galleani, a Secondino Galleani e a Giobatta Porro, 127 libre vintimiliesi. L'atto è stilato in Ventimiglia dal notaio Ottobono de Judicibus.

Nello stesso atto si fa riferimento all'origine del debito, risalente a un precedente contratto riguardante il nonno di Giuseppe Grimaldo Lanteri, rogato il 13 ottobre 1525 da un'altro notaio ventimigliese: Pietro Battista d'Auria de Judicibus.

G. Bres, "L'Arte nella Liguria occidentale - notizie inedite", Tip. Lersh
Emanuel, Nizza, 1914