Data di nascita

1702

Periodo di riferimento

1702-1762

Data della morte

28 febbraio 1762
  Genova
  Portogallo
  DGP 2

Cosa si sa

José Júdice (ovvero Giovanni de Judicibus), nato nel 1702 a Genova, nel quartiere San Pier d'Arena, è figlio di Paolo Andrea e Angela Maria Quaglia. Sposa a S. Bartolomeu de Messines l'11 febbraio 1744 Quiteria Marina Tavares (❀1722), figlia di José e Beatriz dos Santos. La coppia ha dieci figli:

  • Ana Maria Quália Júdice (❀1744),
  • Quitéria Júdice (❀1746),
  • José Júdice (❀1748),
  • António Silvestre Coelho Tavares Júdice (❀1749),
  • Maria Libânia Quália Tavares Júdice (❀1751),
  • (Ana?) Angela Júdice (❀1753),
  • Escolástica Maria Júdice (❀1755),
  • Joaquim Paulo Júdice (❀1756),
  • João António Júdice (❀1758),
  • Paulo Júdice (❀1760).

Con lui prosegue il ramo portoghese. Muore a Estômbar, Lagoa, nell'Algarve il 28 febbraio 1762.

Francisco Xavier de Ataíde Oliveira,
«Monografia de Estômbar - Concelho de Lagoa
Algarve em Foco Editora, Faro, 1987

Da José Júdice e Quiteria Marina Tavares discendono tutti i rami portoghesi che usano il soprannome Júdice in Portogallo.

[N.d.A.] Nel caso dei Júdice portoghesi, è sempre necessario riportare il nome completo dei figli dato che le leggi portoghesi permettono a ciascun figlio di scegliere come comporre il proprio cognome e quindi ogni figlio potrebbe avere un cognome differente dagli altri e comunque diverso sia da quello del padre che da quello della madre.

La vita

All'età di sette anni, José si trasferisce con i genitori in Portogallo. Presto si reca sull'isola di S. Miguel, nelle Azzorre, dove a quel tempo viveva un Nicolau Júdice, vescovo genovese esiliato in queste isole e parente di suo padre, con il quale visse per 14 anni e con il quale imparò la grammatica, la filosofia e la teologia latina. Si laurea in Giurisprudenza presso la Facoltà di Giurisprudenza di Coimbra, dopo aver ottenuto un provvedimento di naturalizzazione datato 17 luglio 1731 allo scopo di qualificarsi ed essere in grado di esercitare la sua professione. Per qualificarsi ed essere in grado di esercitare la sua professione, nel 1734 fece una lettura di laurea nel Paço Desembargo, dopo essere stato ammesso.

Nel 1736 José si trasferisce a Silves, nell'Algarve, come Juíz de Fora e Órfãos fino a quando non si sposa nel 1744. Il 18 dicembre 1746 José è padrino del battesimo a S. Tiago de Estômbar di suo nipote, figlio del suo avvocato, Caetano Alberto Vinhale, residente a Mexilhoeira.

José passa il resto della sua vita con sua moglie a Mexilhoeira da Carregacao. Muore il 28 febbraio 1762. Nel testamento, nomina la moglie esecutrice testamentaria. Viene sepolto nel Convento di San Francesco a Estombar.

Francisco Xavier de Ataíde Oliveira,
«Monografia de Estômbar - Concelho de Lagoa
Algarve em Foco Editora, Faro, 1987

Vai alla stessa scheda nel ramo di destinazione