? 16 marzo 1453 ?

Cosa si sa

Nicolao Iudice de Rapallo è nominato in qualità di testimone in un atto del 1453, rogato a Pera.

1453, marzo 16, Pera.
Adornino de Elianis di Ovada, speziale, riconosce di dovere a Lorenzo Spinola del fu Damiano 594 perperi e 10 carati per una partita di cera e per altre pendenze e promette di pagare 80 perperi al mese sino all'estinzione del debito. Prestano fideiussione il padre ed il fratello di Adornino, Antonio e Cosma de Elianis.


[24 a] In nomine Domini, amen. Adurninus de Uvada de' Elianis, speciarius, nullo iuris aut facti errore ductus, …[omissis]…
Actum Pere, ad cameram massarie veteris comunis Pere, anno a Nativitate Domini MCCCCLIII, indicione XV secundum cursum Ianue, die XVIª martii, hora com[p]lectorii, presentihus testibus Gregorio Magnono et Nicolao Iudice de Rapallo, vocatis et rogatis.

Atto Nº36, pagg. 109-111
"Collana Storica di Fonti e Studi" diretta da Geo Pistarino
Ausilia Roccatagliata
"Notai Genovesi in Oltremare - Atti Rogati a Pera e Mitilene"
Tomo I, Pera, 1408-1490
Genova, 1982